ZINCOPROTOPORFIRINA

Prenotazione: NO

Consenso informato: NO

Eseguibile il sabato: SÌ

Eseguibile presso: TUTTE LE SEDI

Eseguibile a domicilio: SÌ

Tempi di consegna del referto:

5 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

SIGNIFICATO CLINICO

Il piombo altera la sintesi dell’eme, bloccando l'enzima emesintetasi (ferrochelante) con conseguente aumento della protoporfirina IX che finisce col combinarsi con lo ione zinco per il quale ha una forte affinità, dando luogo così alla zincoprotoporfirina.

INDICAZIONI CLINICHE

Esposizione professionale al piombo.

TIPO DI CAMPIONE

Il paziente si deve sottoporre ad un prelievo di sangue.

PREPARAZIONE

Non occorre il digiuno.

VALORI DI RIFERIMENTO

Femmine: < 85 microg/dl
Maschi: < 85 microg/dl

NOTE

La zincoprotoporfirina risulta essere miglior marker dell'intossicazione da piombo rispetto alla piombemia stessa, inoltre l’aumento della zincoprotoporfirina si mantiene a lungo anche dopo la cessazione dell’esposizione al metallo.