URINE, ESAME CITOLOGICO

Sinonimi: ricerca CTM

Prenotazione: NO

Consenso informato: NO

Eseguibile il sabato: SÌ

Eseguibile presso: TUTTE LE SEDI

Eseguibile a domicilio: SÌ

Tempi di consegna del referto:

10 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

SIGNIFICATO CLINICO

Le cellule di sfaldamento dei tumori uroteliali (cioè di quelle cellule che rivestono internamente la vescica, gli ureteri, i bacinetti renali e l’uretra), possono essere individuate mediante osservazione microscopica delle cellule emesse con le urine dopo colorazione panottica. Si tratta di un esame di screening (pertanto poco invasivo e poco costoso) che però è caratterizzato da una elevata percentuale di false negatività (mediamente del 50%).
In presenza di un fondato sospetto di neoplasia (es. sangue nelle urine) e nei pazienti sottoposti a sorveglianza per l’insorgenza di recidive (prima della cistoscopia) è consigliabile ricercare le aneuploidie delle cellulle uroteliali mediante tecnica FISH che, specialmente se automatizzata nella sua fase di revisione (come al CDI), raggiunge una sensibilità pari al 100%.

INDICAZIONI CLINICHE

Screening nei soggetti a rischio (sopra i 40 anni, fumatori, lavoratori esposti a vernici e solventi).

TIPO DI CAMPIONE

urina

PREPARAZIONE

Utilizzando gli speciali contenitori forniti dal laboratorio CDI, vengono raccolte le urine di tre diverse minzioni.

ESAMI CORRELATI