ESCREATO, ESAME COLTURALE

Prenotazione: NO

Consenso informato: NO

Eseguibile il sabato: SÌ

Eseguibile presso: TUTTE LE SEDI

Eseguibile a domicilio: SÌ

Tempi di consegna del referto:

4 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

SIGNIFICATO CLINICO

L’esame colturale dell’escreato è un metodo non invasivo per una diagnosi batteriologica di infezioni delle alte vie aeree. A tale scopo viene effettuata la ricerca colturale per i microrganismi più frequentemente coinvolti nelle infezioni delle basse vie aeree come: S. pneumoniae, Staphylococcus aureus, Haemophilus influentiae, Moraxella catarrhalis, Enterobatteri, Gram negativi non fermentanti.

INDICAZIONI CLINICHE

Infezioni respiratorie

TIPO DI CAMPIONE

Escreato raccolto la mattina a digiuno. Evitare colluttori e gargarismi

PREPARAZIONE

Materiale occorrente: contenitore sterile, fornito gratuitamente da CDI.

L'Escreato raccolto deve essere quello emesso al mattino stesso. Il paziente per espettorare deve tossire con forza, in modo da aumentare la quantità di secreto bronchiale raccolto. Si consiglia, prima dell'emissione, l'esecuzione di un aerosol con N-acetil-L-cisteina (non antibiotato) o con soluzione fisiologica tiepida. Il campione raccolto deve essere consegnato al Laboratorio con urgenza.

VALORI DI RIFERIMENTO

Non rilevabile

NOTE

In assenza di specifica richiesta del medico curante si consiglia di non effettuare l'esame in corso di terapia antibiotica.
Far trascorrere almeno 7 giorni dall'ultima assunzione di antibiotico.
In laboratorio, in via preliminare,il campione viene sottoposto a verifica di idoneità con un esame microscopico in cui il campione viene considerato accettabile se è presente un abbonante numero di leucociti (segno di flogosi) con scarse cellule di sfaldamento dell’area oro-faringea, segno di provenienza profonda (Criteri di Bartlett).