Approfondimenti

Disturbi di Linguaggio e dell’Apprendimento nella fascia relativa all’età evolutiva
Disturbi di Linguaggio e dell’Apprendimento nella fascia relativa all’età evolutiva

I bambini con problemi di Linguaggio (in una fascia di età compresa fra i 3 e i 7 anni) vengono valutati nelle criticità linguistiche sia dal punto di vista fono-articolatorio (cioè se vi sono suoni pronunciati in modo scorretto e la produzione verbale risulta di difficile comprensione), che per la struttura delle frasi e la competenza del lessico, comprensione verbale.

Si utilizzano Test e Batterie di prove a disposizione, tarate sulle fasce di età dei bambini. In seguito si predispone un programma terapeutico con esercizi-gioco che viene impostato con il bambino e il genitore e che saranno da eseguire anche a domicilio.

Tale trattamento prevede il raggiungimento di obiettivi definiti di volta in volta. Gli esercizi sono strutturati in modo da presentarsi come giochi ed indovinelli che prevedono un impegno continuativo, a volte quotidiano e dei quali il bambino dovrà rendere conto al terapista. Gli esercizi possono essere delle tombole, giochi con le carte o dei percorsi tipo gioco dell’oca con l’utilizzo di parole che contengono il fonema target che va appreso.

Per quanto riguarda le problematiche relative all’Apprendimento scolastico di un bambino o un ragazzino scolarizzato (Primaria o Secondaria di 1° o 2° grado) vengono analizzate (sempre tramite la somministrazione di Test scientificamente preposti) le abilità scolastiche quali: lettura, scrittura, comprensione del testo e competenze matematiche al fine di verificare il livello di automatismo, di correttezza delle procedure, delle strategie di lavoro e dei tempi di esecuzione.

In presenza di esiti che evidenziano reali difficoltà (tipo, livello e gravità), in accordo con lo staff dell'Ambulatorio DSA, si redige una relazione clinica (che verrà consegnata alla famiglia da questa alla scuola). Tale resoconto a volte potrà essere una Certificazione DSA nella quale vengono evidenziate le difficoltà e nel contempo indicati suggerimenti (misure compensative e dispensative) per poter trattare adeguatamente il bambino/ragazzo secondo ciò che riporta la legge (nello specifico la legge dell’8/10/2010 n.170, che stabilisce norme in materia di DSA in ambito scolastico). Anche in presenza di fragilità a livello scolastico si appronta un piano di intervento sul recupero mirato.
Le sedute dirette effettuate con il bambino/ragazzo presente in stanza servono per attivare la consapevolezza dell’errore e a creare strategie di correttezza: per esempio di fronte alle difficoltà di discriminazione fonemica uditiva (ad es. dei suoni F/V) si effettuano training di differenziazione e riconoscimento di tali suoni e la loro univocità nei grafemi corrispondenti. In seguito si effettuano esercizi mirati dei suddetti suoni/grafemi nelle parole, nelle frasi e nei testi, sia in dettatura che nelle produzioni spontanee. In aiuto a questo obiettivo (correttezza di scrittura) ci si avvale anche di programmi online: tali programmi attraverso la teleriabilitazione consentono di far allenare a casa il bambino che viene personificato in un Avatar che svolge gli esercizi fino al raggiungimento del premio finale. Tutto il periodo di trattamento online viene seguito e controllato dal terapista che dall’ambulatorio può visualizzare la frequenza di connessione online, la percentuale di successi e mandare messaggi di sollecitazione, incentivo o di elogio dell’impegno al bambino e alla famiglia.

Iscriviti alla newsletter di CDI

Tieniti informato su prevenzione, analisi e cura. Ricevi tutti gli aggiornamenti di CDI via mail, iscriviti alla newsletter.

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Preferenzecookies