News

Sorveglianza sanitaria dei lavoratori esposti a rischi da radiazioni ionizzanti: esclusi i medici competenti

Il nuovo testo unico in materia di radioprotezione prevede che la sorveglianza sanitaria dei lavoratori esposti a rischio da radiazioni ionizzanti sia svolta solo dai medici autorizzati: i medici competenti che svolgono sorveglianza sanitaria sui lavoratori esposti di categoria B dovranno adeguarsi alle nuove norme entro due anni.

Sorveglianza sanitaria dei lavoratori esposti a rischi da radiazioni ionizzanti: esclusi i medici competenti

L’art. 134 del Decreto Legislativo 31 luglio 2020, n. 101, testo unico in materia di radioprotezione, prevede che il datore di lavoro debba provvedere ad assicurare la sorveglianza sanitaria dei lavoratori esposti esclusivamente tramite medici autorizzati.

I medici competenti che alla data di entrata in vigore del Decreto già svolgano attività di sorveglianza sanitaria sui lavoratori classificati esposti di categoria B possono continuare a svolgerla solo per ulteriori ventiquattro mesi.

Per continuare a svolgere tale attività i medici competenti dovranno iscriversi all’elenco dei medici autorizzati attivo presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, il cui accesso sarà disciplinato con decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali, di concerto con il Ministro della salute e il Ministro dell’università e della ricerca

Clicca qui per consultare il Decreto Legislativo n. 101 del 31 luglio 2020

Iscriviti alla newsletter di CDI

Tieniti informato su prevenzione, analisi e cura. Ricevi tutti gli aggiornamenti di CDI via mail, iscriviti alla newsletter.

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Preferenzecookies