News

Piercing, la prudenza è d'obbligo

Intervista alla dott.ssa Valeria Sadigh Ershadi, dermatologa CDI

Piercing, la prudenza è d'obbligo

Che lo vogliate industrial, helix o microdermal, occorre seguire delle regole igieniche e di buon senso prima di farsi forare.

Piercing o body piercing (dall’inglese to pierce, “perforare”) indica la pratica di forare alcune parti superficiali del corpo allo scopo di introdurre oggetti in metallo (talvolta ornati con pietre preziose), osso, pietra o altro materiale, quale ornamento o pratical ritual. Quest’ anno si sta assistendo ad un vero e proprio boom tra le star di Hollywood che amano sfoggiare piercing sempre più particolari e in zone diverse dalle classiche (ombelico, mento, sopracciglio). Tra i nuovi piercing quello che spopola maggiormente è Il piercing industrial: una sorta di doppio piercing alla cartilagine dell’orecchio che va realizzato in obliquo dal momento che è come se lo “attraversasse” da parte a parte. Esiste anche l’helix piercing che consiste nel farsi bucare l l’elice dell’orecchio.

Dott.ssa Sadigh, questi due piercing possono dare problemi?
Entrambe le tecniche provocano un danno irreversibile alla cartilagine dell’orecchio e sono molto dolorosi proprio per la tipologia di tessuto. Non parliamo poi del piercing microdermal: una placchetta metallica in titanio che viene impiantata sotto pelle e che servirà poi per fare da base ai gioielli che verranno avvitati sulle estremità che fuoriescono dalla cute.

Quali sono le regole base da seguire?

  • Deve essere sempre praticato da uno specialista del settore, in ambiente adeguato e con materiali sterili monouso: questo per evitare infezioni dopo il piercing e soprattutto la possibilità di trasmettere malattie per via ematica come HIV, Epatite.
  • Prima di effettuare un piercing se avete una storia personale di allergie ai metalli o ad altre sostanze consultate il vostro dermatologo di fiducia che tramite dei test appositi (PATCH TEST) potrà guidarvi nel vostro percorso e consigliarvi anche sul materiale da utilizzare.
  • Se dopo il piercing compare rossore o gonfiore nella zona consultare immediatamente il medico curante o lo specialista dermatologo. Purtroppo piercing effettuati con strumenti inadeguati oppure effettuate in zone a rischio possono causare anche infezioni generalizzate che se non curate possono avere anche effetti gravi sulla salute.

Un’attenzione maggiore?
Tra i più frequenti, decisamente bisogna prestare attenzione al piercing ombelicale che può portare a complicanze come l’ONFALITE ossia una infiammazione dell’ombelico con secrezioni maleodoranti che può avere come rara evoluzione anche una sepsi generalizzata.

Iscriviti alla newsletter di CDI

Tieniti informato su prevenzione, analisi e cura. Ricevi tutti gli aggiornamenti di CDI via mail, iscriviti alla newsletter.

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Preferenzecookies