News

Lavoro agile in situazioni emergenziali: pubblicate le indicazioni Inail
Lavoro agile in situazioni emergenziali: pubblicate le indicazioni Inail

Il lavoro a distanza è stato uno dei principali strumenti di realizzazione delle misure di contenimento dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, e ancora il D.P.C.M. 11 giugno 2020 continua a raccomandare che le attività professionali siano attuate anche in modalità di lavoro agile.

Al fine di facilitare la rapida transizione verso questi modelli innovativi di gestione del rapporto di lavoro, Inail ha reso disponibile la pubblicazione «Lavoro agile in situazioni emergenziali – Applicazione di un modello “ibrido” tra lavoro agile e telelavoro», nella quale vengono delineate le affinità e le differenze tra telelavoro e lavoro agile, fornendo un’utile sintesi della normativa di settore, dalla Legge 191/1998 alla Legge 81/2017, e delle relative prassi applicative.

In sintesi, si ricorda, il telelavoro è una forma di lavoro subordinato che realizza un decentramento produttivo pur mantenendo i requisiti più caratteristici dell’eterodirezione, sotto forma di osservanza cadenzata dei tempi di lavoro ed esecuzione della prestazione sotto le regolari direttive del datore di lavoro. Il lavoro agile, o smart working, è invece basato essenzialmente su un obbligo di risultato assunto dal lavoratore nei confronti del datore di lavoro, ed è caratterizzato da una più spiccata flessibilità della prestazione lavorativa.

La pubblicazione si conclude con la constatazione che “nel contesto emergenziale del COVID-19, si sono verificati scenari inaspettati di adattamento del lavoro, in tempi brevissimi. Le soluzioni adottate hanno consentito il proseguimento di molte attività produttive e le tecnologie hanno consentito un adeguamento, nella contingenza, capace di superare alcuni limiti della normativa di riferimento. Il lavoro agile che si è declinato in questo scenario emergenziale, rappresenta un’occasione di riflessione e futura sperimentazione, al fine di perfezionare ulteriormente il lavoro a distanza, con una particolare attenzione a uno sviluppo delle tecnologie integrate a quelle operative, per accompagnare la tutela del lavoratore”.

Clicca qui per scaricare la pubblicazione Inail “Lavoro agile in situazioni emergenziali – Applicazione di un modello “ibrido” tra lavoro agile e telelavoro”

Iscriviti alla newsletter di CDI

Tieniti informato su prevenzione, analisi e cura. Ricevi tutti gli aggiornamenti di CDI via mail, iscriviti alla newsletter.

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Preferenzecookies