Approfondimenti

Ortodonzia invisibile
Ortodonzia invisibile

Ciascun allineatore ha la funzione di spostare i denti di un quarto di millimetro e deve essere indossato per circa due settimane, per circa 20 o 22 ore al giorno, al termine delle quali, si può passare all'allineatore successivo.
La tecnologia con la quale vengono realizzati gli allineatori si basa su un programma di imaging tridimensionale che permette al medico certificato di pianificare l’intero trattamento e rendere i movimenti esprimibili clinicamente nel modo più preciso possibile. La precisione di un software 3D permette che i tempi di trattamento possano essere quasi più veloci rispetto ad una tradizionale terapia con attacchi e bande di acciaio. L'apparecchio è customizzato, ossia personalizzato sulla forma dei denti del paziente e aderisce come un guanto facile da inserire e da rimuovere. Il materiale con cui è realizzato è un polimero assolutamente anallergico e dunque tutti possono indossarlo, anche gli adolescenti che stiano completando la permuta dentale grazie all’ideazione di un programma di previsione della futura posizione dentale del teen ager.
Estremamente igienico, si consiglia di lavare i denti subito dopo i pasti e di reinserirlo dopo averlo sciacquato. Contrariamente alla terapia fissa le urgenze sono quasi inesistenti così come rara è la comparsa delle fastidiose afte da sfregamento di un corpo estraneo sui tessuti molli della bocca. Come per una terapia ortodontica tradizionale, per il proseguo della terapia stessa sono necessari controlli periodici presso lo studio dentistico, in media una volta al mese, per monitorare il corretto uso degli allineatori e per consegnare gli allineatori successivi. Facile da utilizzare, è, confortevole, rimovibile e trasparente e adatto alla maggior parte dei pazienti adulti e teen ager. Nel regno della “Ortodonzia Invisibile” una valida alternativa è costituita dalla Ortodonzia Linguale, un mezzo che garantisce estetica per tutta la durata della terapia ortodontica. Si tratta di attacchi e cannule fissati sulla superficie linguale dei denti mediante una mascherina di trasferimento realizzata in laboratorio. Negli ultimi decenni, le tecniche digitali hanno permesso di realizzare attacchi customizzati, personalizzati, cioè, sulla precisa forma del singolo dente. E’ sufficiente , infatti, prendere una impronte di precisione per la loro realizzazione. Lo spostamento dei denti si concretizza con archi accuratamente modellati e fissati agli attacchi dall'ortodontista. La precisa sequenza degli archi permette, nel tempo, il raggiungimento dell’obiettivo iniziale del paziente: ottenere un sorriso armonico e funzionale nel modo più estetico possibile.
Poiché l’apparecchio è a diretto contatto con la lingua, la richiesta al paziente è quella di mantenere una accurata igiene domiciliare oltre che lo zelo di presentarsi ai controlli programmati di igiene e dall'ortodontista.

Iscriviti alla newsletter di CDI

Tieniti informato su prevenzione, analisi e cura. Ricevi tutti gli aggiornamenti di CDI via mail, iscriviti alla newsletter.

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Preferenzecookies