MaterniT21 PLUS test

È un test di diagnosi prenatale non invasivo, in cui si ricerca e si analizza il DNA del feto che circola nel sangue della madre. Si andranno quindi a ricercare le anomalie cromosomiche che determinano le più comuni sindromi: trisomia 21 (sindrome di Down), trisomia 18 (sindrome di Edwards), trisomia 13 (sindrome di Patau). Inoltre verranno indagati anche i cromosomi del sesso X e Y, permettendo la determinazione del sesso del feto e le anomalie di numero di questi cromosomi (45,X; 47,XXX; 47,XXY, 47,XYY).

L’esame, a cui si sono sottoposte oltre 200.000 donne nel mondo, può essere condotto sia su gravidanze singole che multiple (gemellari, trigemellari?) e sia su gravidanze spontanee che indotte con tecniche di fecondazione assistita.

La SIGU (Società di Genetica Umana) ha espresso un parere ufficiale in merito ai test di diagnosi prenatale non invasiva (scarica file).