TOMOBIOPSIA

La tomobiopsia è un innovativo sistema di biopsia sotto la guida stereotassica che permette di eseguire prelievi tissutali necessari per la caratterizzazione dei reperti mammografici dubbi. Si tratta di una procedura di chirurgia mininvasiva, effettuata in anestesia locale, durante la quale si preleva tessuto mammario utilizzando la tecnica vacuum assistita (sottovuoto), guidata da un mammografo che acquisisce le immagini in tomosintesi. La tomosintesi, è una tecnica mammografica recente che consente l’acquisizione delle immagini in serie, con un effetto "3D" della mammella, aumentando l'accuratezza diagnostica rispetto alla mammografia standard.

La tomobiopsia viene prescritta dal medico radiologo o dal senologo, nei casi in cui si riscontrano reperti dubbi e/o sospetti, come distorsioni parenchimali e microcalcificazioni, nell’indagine mammografica. La procedura viene eseguita in regime ambulatoriale, previa esecuzione degli esami ematochimici richiesti per legge; solo in alcuni casi sono necessarie particolari norme di preparazione.

La procedura può essere eseguita con la paziente in posizione seduta o sdraiata in base alle indicazioni dello specialista che valuta l’approccio migliore per raggiungere il sito di biopsia sulle proiezioni mammografiche mirate eseguite in tomosintesi. Dopo aver eseguito l’anestesia locale, si procede al prelievo di tessuto mammario mediante un sistema automatizzato con un'unica puntura. Il tessuto prelevato viene a sua volta sottoposto a radiografia, per verificarne la presenza di microcalcificazioni nel suo contesto. Prima di rimuovere l'ago, viene posizionato un repere biocompatibile, visualizzabile sia in mammografia che in ecografia, per identificare la zona analizzata anche nelle indagini senologiche future. A seguito della procedura, la paziente, dopo l'opportuno tempo di osservazione, può tornare alle attività quotidiane con un referto preliminare e le indicazioni da eseguire successivamente.

L'esito istologico, emesso dal medico anatomopatologo, viene consegnato alla paziente direttamente dal radiologo e dal chirurgo senologo.

Il CDI, sempre più attento alla sensibilità che determinati esami possono suscitare, ha costituito un team multidisciplinare che accompagna la Paziente durante tutto il suo percorso diagnostico-clinico. Il team è formato dallo Specialista Radiologo, che segue la paziente prima, durante e dopo la procedura dall'Anatomopatologo che analizza il campione prelevato e dal Chirurgo Senologo che segue la Paziente nel successivo iter.

Responsabile del servizio

Dott. Sergio Papa

Referti online:

Accedi all'area riservata per visualizzare i tuoi referti online.