Comparazione Tecnologica

In che cosa consiste la differenza tra Radiochirurgia e Radioterapia?

La Radiochirurgia impiega elevate dosi di radiazioni, superiori a quelle abitualmente utilizzate con la radioterapia convenzionale, somministrate  con estrema accuratezza e precisione  per sterilizzare la massa tumorale, ottenendo un risultato simile a quello dell’intervento chirurgico tradizionale, attraverso la somministrazione di  una singola  seduta terapeutica di  radioterapia  (in ogni caso con un numero non superiore a cinque) della durata di circa un’ora, senza la necessità dell’ospedalizzazione del paziente. 

La Radiochirurgia trova la sua indicazione elettiva nei pazienti affetti da un tumore clinicamente localizzato, offrendo in casi selezionati una valida alternativa all’intervento chirurgico, nei pazienti con tumore localizzato, ma non operabile, per l’infiltrazione della malattia neoplastica agli organi vitali adiacenti o in quei pazienti con recidiva di malattia in sedi precedentemente irradiate con la radioterapia convenzionale.

La Radioterapia conformazionale, cosi come la radiochirurgia, oltre ad un uso terapeutico, su pazienti affetti da tumore clinicamente localizzato , viene  anche utilizzata con un obiettivo profilattico su  quelle regioni del corpo apparentemente non infiltrate dalla massa  tumorale ma ad alto rischio di  esserlo. Ciò normalmente richiede l’uso di campi di irradiazione decisamente più estesi rispetto alla radiochirurgia e pertanto schemi terapeutici di frazionamento più prolungati con dosi di radiazioni di minore intensità.

Che cosa distingue il sistema CyberKnife da altri sistemi di Radiochirurgia?

 

CyberKnife è il primo sistema di radiochirurgia che consente di monitorare e di compensare i movimenti del paziente e del tumore durante tutta la durata dell’intervento radiochirurgico, senza la necessità di utilizzare sistemi di immobilizzazione invasivi e pertanto senza richiedere l’ospedalizzazione del paziente.

CyberKnife e l’unico sistema che si basa su una  tecnologia guidata dalle immagini in tempo reale. Un sofisticato software  localizza e monitorizza il “Target Neoplastico”, co-ordina “on line” i movimenti del braccio del robot, pianifica ed esegue con estrema precisione ed accuratezza l’intervento radiochirurgico.

I sistemi di radiochirurgia che non utilizzano la tecnologia Cyberknife, non monitorizzando la sede del tumore durante l’intervento radiochirurgico, necessitano di sistemi di immobilizzazione invasivi per evitare i movimenti del paziente o limitare al minimo i movimenti del tumore durante la seduta di radiochirurgia.