Ambulatorio delle Dislipidemie

I disordini del metabolismo lipidico costituiscono un problema clinico molto attuale che necessita di un approccio altamente specializzato. Le alterazioni del quadro lipidico possono essere classificate come primitive o secondarie. Le alterazioni primitive sono sostanzialmente su base familiare/genetica, sebbene la coesistenza di una rilevante componente ambientale (dieta, attività fisica, fumo,...) debba essere tenuta in considerazione. Le secondarie, sono invece le dislipidemie legate ad altre patologie quali il diabete mellito, ipotiroidismo, nefropatia.

L’Ambulatorio deve pertanto rispondere a esigenze cliniche multidisciplinari, avendo come esclusiva la diagnosi ed il trattamento delle dislipidemie primitive e lavorando in supporto ad altri Specialisti nel caso di dislipidemie secondarie. Il paziente tipo da avviare all’ambulatorio delle dislipidemie consiste nel paziente con aumento isolato o combinato di colosterolo e trigliceridi o con riduzione isolata di colesterolo HDL.

Frequentemente tale paziente è asintomatico è affetto da sovrappeso/obesità, diabete mellito, malattie cardiovascolari o ipertensione. Un trattamento aggressivo della dislipidemia in tali pazienti è fondamentale per la riduzione della morbilità e mortalità come dimostato da numerosi studi clinici.

L’ambulatorio prevede visite specialistiche e percorsi terapeutici mirati.