OCCHI E COMPUTER


A cura dell'équipe di oculistica del CDI - Centro Diagnostico Italiano

Problemi di affaticamento? Monitor consigliabili?

Lavorare davanti al video è molto faticoso per gli occhi. Si potrebbe creare arrossamento, bruciore, sensazione di sabbia negli occhi. Insorgono anche cefalea sovraorbitaria e alle tempie per disturbi della convergenza oculare, o dolori cervicali da contrazione muscolare. Il monitor consigliato è l’ultrapiatto, senza sfarfallii, di dimensioni medio grandi da 15-17 pollici, in modo da utilizzarlo a 60-70 cm di distanza.

Soste durante il lavoro?

Conviene sospendere il lavoro al video ogni 15 minuti e guardare lontano per almeno 2 minuti; utile anche sciogliere la colonna cervicale con appropriati esercizi rilassanti.

Accorgimenti posturali?

Corretta postura alla scrivania, colonna dritta, spalle dritte, braccia ben appoggiate, video distante la misura del braccio teso davanti a sé, assenza di riflessi dannosi (finestre, lampade,ecc.) sulla superficie del monitor.

Per utilizzatori miopi e miopi astigmatici?

Correggere perfettamente il difetto visivo e curare la distanza dal monitor (il miope tende a stare troppo vicino). La correzione ideale è mediante il laser ad eccimeri (se la miopia si è stabilizzata), così si ottiene il giusto equilibrio tra correzione, distanza di lavoro ed affaticamento.

Per ipermetropi, astigmatici e presbiti?

L'ipermetrope giovane tende ad usare poco gli occhiali, ma sbaglia, deve metterli per affaticare meno il sistema di accomodazione, se non è abituato all'occhiale, il laser può aiutarlo correggendo il difetto in maniera definitiva. Il presbite invece deve utilizzare occhiali multifocali per poter vedere alle varie distanze come la scrivania, il video, la persona davanti, ecc.

Schermi antiriflesso?

Sono utili per i monitor monocromatici di vecchia generazione.

Occhiali particolari? Lacrime artificiali o colliri?

Gli occhiali da vista devono essere antiriflesso e con il filtro per onde elettromagnetiche emesse dal monitor, le lacrime artificiali sono utili perchè l'affaticamento porta a secchezza e a bruciori oculari. Chi usa le lenti a contatto, in genere, soffre maggiormente del problema.

Integratori alimentari?

Non fanno molto, ma sicuramente non sono dannosi!! Se una persona è sana, segue una alimentazione bilanciata (oggigiorno è difficile), riposa bene e non è stressata, sicuramente non ne ha bisogno; altrimenti possono aiutare.

Occhiali o lenti a contatto?

La miglior correzione probabilmente si ottiene su chi corregge il proprio difetto mediante il laser ad eccimeri, poiché si raggiunge una correzione simile alle lenti a contatto (spesso superiore) senza dover sopportate i fastidi legati all'affaticamento dovuti all'uso di tale presidio. L'esperienza di questi anni ha dimostrato che per questi pazienti la vita davanti al video è decisamente migliorata.

Illuminazione?

Il neon è quanto di peggio possa esistere, a causa del contrasto anomalo derivante dalla sua lunghezza d'onda. Ideali sono invece le lampade daylight o le lampade alogene, utile la lampada da tavolo per illuminare il piano di lavoro.