MEDUSE VELENOSE E ANIMALI AFFINI


A cura dell'équipe dell’Ambulatorio di Medicina dei Viaggi del CDI - Centro Diagnostico Italiano

Meduse, coralli di fuoco, anemoni appartengono al gruppo dei Celenterati.

Sono tutti dotati di capsule urticanti che emettono il loro veleno quando vengono urtate da un nuotatore.

Le specie più pericolose di meduse si trovano nell’Oceano Pacifico ed Indiano.

Gli effetti del veleno

  • violenti brividi
  • vomito
  • diarrea
  • diminuzione della pressione sanguigna
  • paralisi dei muscoli respiratori e convulsioni (nei casi più gravi)

La prevenzione

  • Informarsi localmente sulla eventuale loro presenza nelle acque
  • Evitare il contatto con le meduse in acqua e con le meduse morte sulla spiaggia.

In caso di puntura

  • rimuovere velocemente dalla pelle i frammenti di tentacoli per evitare ulteriore emissione di liquido urticante dalle capsule che possono essere diluite efficacemente con aceto al 5%
  • utilizzo di farmaci corticosteroidei
  • in caso di perdita di coscienza e blocco della respirazione, ricorrere immediatamente a un presidio sanitario o al più vicino ospedale. In caso di impossibilità, è necessario procedere con la respirazione bocca a bocca e massaggio cardiaco.