PERMEABILITA' INTESTINALE

Prenotazione: NO

Consenso informato: NO

Eseguibile il sabato: SÌ

Eseguibile presso: TUTTE LE SEDI

Eseguibile a domicilio: SÌ

Tempi di consegna del referto:

10 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

SIGNIFICATO CLINICO

Il rapporto Lattulosio/Mannitolo, consente di valutare la permeabilità della parete intestinale e la sua capacità di assorbimento. Mannitolo e Lattulosio sono due zuccheri inerti, non metabolizzati dall’intestino, e quindi la quota assorbita di questi due zuccheri si ritrova completamente escreta nelle urine entro 6 ore. Il mannitolo, viene assorbito agevolmente attraverso la mucosa intestinale. Nell’intestino sano la percentuale di assorbimento del mannitolo è del 14%. Valori inferiori sono indice di alterato assorbimento intestinale.
Al contrario il lattulosio, in condizioni fisiologiche viene assorbito assai scarsamente, meno dell’1%. Valori più elevati si presentano in condizioni di alterato assorbimento intestinale.

INDICAZIONI CLINICHE

Malattia cronica intestinale (M.C.I.), celiachia, giardiasi, sprue. Diagnosi differenziale con le patologie funzionali del colon (colon irritabile). Monitoraggio della M.C.I.

TIPO DI CAMPIONE

Il paziente deve raccogliere due campioni di urina.

Il kit apposito per la raccolta dei campioni di urina viene venduto presso la farmacia Boccaccio (Via Boccaccio 26, Milano) dietro presentazione di ricetta medica rilasciata dallo specialista o direttamente dal laboratorio.

PREPARAZIONE

Il paziente non deve assumere alimenti, bevande, farmaci contenenti lattulosio e mannitolo. Il Lattulosio è una sostanza presente nei lassativi e nei prebiotici. Evitare lassativi a base di lattulosio e prebiotici: si tratta di fibre idrosolubili quali fructani o frutto-oligo-saccaridi (FOS), fra cui l’inulina e il guar idrolizzato, e altri come lo xilitolo, il sorbitolo, il lattulosio e le pectine.
Il Mannitolo è utilizzato come dolcificante, emulsionante, addensante, gelificante normalmente descritto con la sigla E421. E’ contenuto nella manna (linfa) del frassino (blando lassativo), nel fico, nel sedano e in alcuni funghi eduli. Lo si trova nei cibi dietetici in quanto viene utilizzato come dolcificante alternativo al tradizionale saccarosio. Pertanto è necessario non assumere, oltre agli alimenti sopra descritti, anche i prodotti dietetici “senza zucchero” quali caramelle, gomme da masticare, succhi dietetici, caramelle per la tosse, prodotti da forno dietetici, gelati e prodotti di pasticceria.

VALORI DI RIFERIMENTO

Il normale rapporto tra lattulosio e mannitolo urinari 6 ore dopo l’ingestione di 5 grammi di lattulosio e 1 grammo di mannitolo è normalmente inferiore a 0,03. Un valore più elevato è indice di un’alterata permeabilità intestinale.

NOTE

Le malattie con danneggiamento dei villi (celiachia, sprue, giardiasi) presentano un aumento del rapporto legato prevalentemente ad un ridotto assorbimento del mannitolo; nella malattia cronica intestinale (morbo di Crohn, retto-colite ulcerosa) l’aumento del rapporto è legato ad un aumento della permeabilità al lattulosio.

ESAMI CORRELATI