PROLATTINA

PRL

Prenotazione: NO

Consenso informato: NO

Eseguibile il sabato: SÌ

Eseguibile presso: TUTTE LE SEDI

Eseguibile a domicilio: SÌ

Tempi di consegna del referto:

2 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

SIGNIFICATO CLINICO

La prolattina è un ormone dell’ipofisi anteriore la cui produzione è regolata dall’ipotalamo attraverso il PRF (prolactin releasing factor) ed il PIF (prolactin inhibiting factor). La prolattina stimola lo sviluppo e la secrezione della ghiandola mammaria (montata lattea) attraverso l’induzione della sintesi della α-lattoalbumina e degli enzimi G6PDH (glucosio-6-fosfato deidrogenasi) e 6-fosfogluconato deidrogenasi.

La prolattina aumenta fisiologicamente, negli adulti, durante il sonno (con un picco nelle prime ore del mattino), lo stress e l’esercizio fisico; nelle donne aumenta in gravidanza, dopo il coito e durante l’allattamento.

 

INDICAZIONI CLINICHE

Tipizzazione tumori ipofisari; verifica della completezza dell’ipofisectomia.

TIPO DI CAMPIONE

Il paziente si deve sottoporre ad un prelievo di sangue.

PREPARAZIONE

E’ necessario osservare un digiuno di almeno 8 ore, è ammessa l’assunzione di una modica quantità di acqua. 

VALORI DI RIFERIMENTO

Femmine:
Valori di riferimento donna adulta non gravida: 2.8 - 29.2 ng/ml
Valori di riferimento donna in gravidanza: 9.7 - 208.5 ng/ml
Valori di riferimento donna in postmenopausa: 1.8 - 20.3 ng/ml
Maschi: 2.1 – 17.7 ng/