FREE BETA HCG

Sinonimi: Free β-hCG, beta-hCG libera, Free beta-Gonadotropina Corionica

Prenotazione: NO

Consenso informato: NO

Eseguibile il sabato: SÌ

Eseguibile presso: TUTTE LE SEDI

Eseguibile a domicilio: SÌ

Tempi di consegna del referto:

8 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

SIGNIFICATO CLINICO

La free beta hCG è la subunità beta presente in forma libera della proteina hCG (Gonadotropina Corionica Umana) prodotta dalla placenta durante la gravidanza.

Nella prima fase della gravidanza l‘hCG stimola la funzione del corpo luteo per la sintesi e la secrezione degli steroidi placentari, estradiolo e progesterone. In modo particolare i valori della βhCG libera sono un buon indicatore prognostico nell’individuare alcune anomalie cromosomiche fetali nel primo e secondo trimestre di gravidanza.

Nello screening del primo trimestre (Test Combinato), condotto tra l’11a e la 13a settimana, viene calcolata una stima statistica personalizzata che il feto sia affetto da trisomia 21 con l’ausilio di software dedicati che combinano l’età della madre, le determinazioni biochimiche della βhCG libera e della proteina di origine placentare PAPP-A (Pregnancy Associated Plasma Protein-A) e la misurazione sonografica della translucenza nucale.

Nello screening del secondo semestre (Multitest), che si esegue tra la 16a e la 17a settimana di gravidanza è possibile stimare il rischio di anomalie cromosomiche combinando l’età materna, i dosaggi di βhCG libera e di AFP (alfa-feto proteina) e la misurazione ecografica della lunghezza del femore e del diametro biparietale del feto.

La frazione libera della βhCG viene inoltre utilizzata nella diagnosi e nel monitoraggio dei tumori placentali e testicolari. I tumori di origine placentale includono le mole cistiche, il carcinoma corionico e il corionepitelioma. Il gruppo di origine testicolare include tumori a cellule germinali seminomatosi o tumori non seminomatosi del tipo trofoblastico.

INDICAZIONI CLINICHE

La βhCG libera è utilizzato come marker nella diagnosi e nel follow-up nei tumori trofoblastici di origine placentare e testicolare. Importante nella valutazione non invasiva dei rischi di sviluppare disturbi cromosomici fetali durante la gravidanza.

TIPO DI CAMPIONE

Un campione di sangue ottenuto con un prelievo venoso.

PREPARAZIONE

E’ opportuno osservare un digiuno di almeno 8 ore; è ammessa l’assunzione di una modica quantità di acqua.

VALORI DI RIFERIMENTO

  • 11° settimana di gestazione: 16.68 -120.47 ng/mL
  • 12° settimana di gestazione: 14.63 -105.69 ng/mL
  • 13° settimana di gestazione: 11.28 - 81.49 ng/mL
  • 14° settimana di gestazione: 8.29 - 59.89 ng/mL

ESAMI CORRELATI