FECI, ESAME COLTURALE

Sinonimi: COPROCOLTURA

Prenotazione: NO

Consenso informato: NO

Eseguibile il sabato: SÌ

Eseguibile presso: TUTTE LE SEDI

Eseguibile a domicilio: SÌ

Tempi di consegna del referto:

5 giorni, escluso il giorno del prelievo, il sabato e i giorni festivi.

SIGNIFICATO CLINICO

Per coprocoltura si intende la ricerca nelle feci di batteri responsabili di infezioni gastrointestinali che si manifestano il più spesso con sintomi diarroici, dolori addominali, e, talvolta con vomito e febbre. Numerose sono le specie batteriche responsabili e complessa è la scelta delle indagini, per tale motivo è importante ottenere informazioni di tipo clinico e anamnestico per indirizzare la scelta delle metodiche diagnostiche più idonee. Un’indagine di routine che volesse prendere in considerazione tutti i possibili patogeni intestinali non risulta giustificata. In pratica, alla semplice richiesta routinaria di coprocoltura si eseguono le ricerche di Salmonella, Shigella e Campylobacter, che sono nel nostro Paese i batteri più comunemente in causa nelle forme diarroiche. In alcuni casi particolari (enterocolite) viene effettuata la ricerca di Yersinia.

INDICAZIONI CLINICHE

Enteriti

TIPO DI CAMPIONE

Si richiede la raccolta di un campione di feci o di tampone rettale.

PREPARAZIONE

L’emissione deve essere spontanea senza l’ausilio di supposte e/o lassativi. In assenza di specifica richiesta del medico curante non eseguire in caso di terapia antibiotica, far trascorrere almeno 7 giorni dall’ultima assunzione di antibiotico.

Materiale occorrente: contenitore sterile, fornito gratuitamente da CDI.

ESAMI CORRELATI